Viali: "Dobbiamo lavorare sulla mentalità"

William Viali ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro il Gubbio nella rituale conferenza stampa all’Orogel Stadium Dino Manuzzi. La partita arriva dopo la sconfitta in casa contro la Feralpisalò, nella quale il Cesena ha comunque offerta una buona prestazione: “Sappiamo che sarà una trasferta difficile, a maggior ragione dopo domenica scorsa. Incontriamo una squadra che arriva da una prestazione di livello contro un'avversaria tosta. Io comunque sono contento di come il gruppo sta crescendo e migliorando di settimana in settimana: il percorso è corretto, però resta inaccettabile non raccogliere risultati dopo una partita come quella contro la Feralpisalò”.

Viali ha anche analizzato gli aspetti nei quali si aspetta un miglioramento da parte della sua squadra: “Dobbiamo fare uno step sotto il profilo della mentalità: da ogni prestazione dobbiamo portare a casa qualcosa che ci faccia crescere. Probabilmente cambieremo qualcosa, perché l'atteggiamento che abbiamo avuto negli ultimi minuti di domenica non è accettabile. Abbiamo tanto da lavorare e lo sappiamo, siamo in ritardo sotto certi punti di vista, ma dobbiamo ottimizzare i tempi. Domani mi aspetto di vedere una prestazione anche migliore della settimana scorsa, ma alla fine peserà il risultato. Dobbiamo cercare di portare a casa punti sempre, a maggior ragione quando si fanno prestazioni come quelle contro la Feralpisalò. Il nostro problema, al momento, è che concediamo troppi gol rispetto alle poche occasioni che lasciamo ai nostri avversari. Subiamo pochissimo, ma in quelle poche volte prendiamo troppe reti: questo è un aspetto che dobbiamo migliorare quanto prima, ma non credo sia legato a letture tattiche. La vera differenza sta nell'atteggiamento, perché abbiamo spesso preso gol in situazioni da fermo”.

Il tecnico si è soffermato sugli errori che si sono ripetuti nelle prime partite di campionato, evidenziando come si renda necessario una crescita sotto il profilo dell’atteggiamento all’interno della partita: “Contro la Feralpisalò abbiamo preso gol da un rinvio del portiere avversario: questa è una questione di letture dei momenti. Anche a Verona ci era successa la stessa cosa, su una rimessa laterale: questo deve essere il nostro focus di miglioramento. Non penso che ci sia mancata concentrazione domenica scorsa, perché l'azione prima di subire gol abbiamo fatto delle ottime scalate e sviluppato un'azione di alto livello. Credo che sia più un aspetto legato alla lettura dei momenti all'interno della partita. Non possiamo essere monotematici: è impossibile dominare il gioco o difendersi per novanta minuti. Dobbiamo essere più bravi a leggere i momenti e sotto questo aspetto il margine di miglioramento è grandissimo”.