Jozic: "Ci siamo fermati sul più bello"

“Per vedere un calciatore del nostro settore giovanile in prima squadra ci vorranno almeno uno o due anni”. In un’intervista a Teleromagna, Davor Jozic, responsabile del settore giovanile del Cesena FC, ha confermato che non sarà il Covid-19 a fermare la crescita del vivaio bianconero: “Gli elementi validi ci sono ma ci vorrà un po’ di tempo per vederli esordire tra i grandi. Voglio essere ancora più radicato nel territorio perché il talento si può scovare anche in un paesino”.

Poi ha tracciato un bilancio della stagione ormai terminata: “Ci siamo dovuti fermare sul più bello, quando ci trovavamo al vertice con tante squadre ed eravamo ormai qualificati alle fasi finali dei campionati, ma al di là dei risultati era stato fatto un bel lavoro con i nostri allenatori. A Cesena ho trovato un gruppo valido formato da tecnici dotati di umiltà ed esperienza, e questo lo apprezzo molto: l’esperienza, in particolare, conta molto in un settore giovanile. Non dimentichiamo che i nostri allenatori hanno dovuto fare i conti con le conseguenze di un fallimento e, se tanti ragazzi sono rimasti con noi, ciò è avvenuto grazie al loro prezioso contributo”.

Un lavoro che, seppur non sul campo, non si è interrotto in tempi di Coronavirus: “In questi mesi, attraverso gli allenatori e i preparatori, abbiamo mantenuto un contatto diretto con i nostri ragazzi, proponendo loro varie attività: adesso è possibile anche correre ma sentono la mancanza del pallone. La ripresa degli allenamenti? Io credo che, quando rirenderà l’attività della prima squadra, sarà possibile farlo anche a livello giovanile, sempre salvaguardando la salute degli atleti”.