Capellini: "Vittoria che fa bene al morale"

“E’ un’emozione che avevo provato pochi mesi fa nella poule scudetto: è difficile da spiegare cosa significa per uno nato qui”. Nicola Capellini si gode la rete realizzata sotto la Curva Mare e arrivata al termine di un’azione provata in allenamento: “E’ quello che vuole il mister: il quarto di centrocampo che crossa da una parte e quello opposto che chiude sul secondo palo. E’ un ruolo che mi piace molto, questo: il mister mi aveva detto che si cuciva bene sulle mie caratteristiche e anch’io credo di poterlo ricoprire bene”.

La sua rete ha completato la rimonta dopo il gol della Vis Pesaro subito a freddo: “Poteva rovinare la partita, quel gol, ma in campo sappiamo cosa fare e siamo venuti fuori. Vincere fa sempre bene al morale e aiuta ad allenarsi bene”. E, a proposito di allenamento, il centrocampista sottolinea che “siamo ancora in una fase di assimilazione del pensiero del mister ma ci fidiamo ciecamente di lui, lavoriamo bene in settimana e questo si vede anche in campo”.

A uno dei superstiti della scorsa stagione come Nicola “spetta il compito di far capire ai nuovi l’importanza di vestire questa maglia, di giocare per questa gente, il pregio di vincere qui. E devo dire che, da questo punto di vista, c’è un gruppo sano composto da ragazzi disponibili al lavoro”.

Chiusura sul Milan: “La nostra testa è al campionato ma sabato ci aspetta un bel test, di quelli che capitano raramente, e noi vogliamo fare bella figura come con la Spal”.