Rimonta nel finale: Ravenna-Cesena 2-2

Un Cesena in versione Dottor Jeckyll e Mister Hide prima butta il derby poi lo recupera dal cestino dell’immondizia con due gol in quattro minuti, entrambi a firma Di Gennaro. I ragazzi di mister Viali danno l’ennesima prova di non morire mai neanche quando il doppio episodio nel giro di nove minuti - raddoppio di Papa e rigore fallito da Caturano - avrebbero buttato giù un toro. Invece i bianconeri, trascinati da un sontuoso Di Gennaro, riaccendono la fiammella della speranza all’87’ e nell’ultimo minuto trovano un altro tiro dal dischetto che l’ex Lazio questa volta trasforma.

Il sollievo finale si mescola però alle recriminazioni per aver incanalato il match in favore dei padroni di casa e ai due punti lasciati per strada che impediscono di avvicinare sensibilmente il quinto posto occupato dalla Triestina oggi sconfitta, nell’altro recupero, dalla Sambenedettese. E proprio ai marchigiani il Cesena andrà a fare visita domenica prossima (ore 15).

RAVENNA-CESENA 2-2 (primo tempo 1-0)

RETI: 9’pt Ferretti (R), 29’st Papa, 42’ e 46’ (rig.) Di Gennaro (C)

RAVENNA (3-5-2): Tomei, Alari (39’pt Shiba), Jidayi, Codromaz; Ferretti, Papa, Esposito, Benedetti (21’st Rocchi), Perri; Sereni, Marozzi (28’pt Fiorani)

A DISPOSIZIONE: Raspa, Albertoni, Fiorani, Meli, Prati, Zanoni, Mancini, Martignago, Fiore, Boccaccini  

ALLENATORE: Colucci

CESENA (4-3-3): Nardi, Longo (1’st Capellini), Ricci, Gonnelli; Favale; Zappella (1’st Munari), Petermann (10’st Di Gennaro), Steffè; Bortolussi (10’st Caturano), Nanni, Russini (20’st Ciofi)

A DISPOSIZIONE: Benedettini, Fabbri, Tonetto, Sorrentino, Vallocchia, Lepri

ALLENATORE: Viali

ARBITRO: Monaldi di Macerata (assistenti Bonomo di Milano e Ravera di Lodi; IV° uomo De Tommaso di Rimini)

NOTE: angoli 3-1 per il Ravenna; ammoniti Esposito, Alari, Benedetti (R), Zappella, Longo, Russini, Di Gennaro, Gonnelli (C); espulso al 40’pt Steffè (C); al 38'st Tomei (R) respinge un calcio di rigore a Caturano; recuperi: 5‘pt e 3‘st