“Ci è mancata un po' di brillantezza”

Nella conferenza stampa a margine del pareggio interno con il Mantova, William Viali sottolinea l'importanza di non aver perso. “Era importante non uscire sconfitti - sono le sue prime parole - anche se la speranza era quella di vincere. Non ci sono stati i presupposti per trovare lo strappo giusto perché il loro atteggiamento ci ha messo in difficoltà. Penso che questa fosse la partita più complicata, perché  era la terza partita in sei giorni e questo si è visto dal punto di vista della lucidità. Abbiamo sbagliato troppo nell'ultimo passaggio e in un paio di situazioni nelle quali abbiamo recuperato palla: è palese che oggi si vedessero le difficoltà fisiche. Per questo sono contento dell'atteggiamento che ha avuto la squadra: c'è stata una fase difensiva ottima, mentre davanti siamo stati poco frizzanti”. 

Un punto che permette al Cesena di mantenere invariate le distanze, cosa che può essere letta sotto una luce positiva: “Era importante lasciarci dietro una diretta concorrente anche se rimane un po' di amaro in bocca. Visto però lo stato di forma di oggi, dobbiamo essere contenti della prestazione: siamo stati bravi a restare in partita, soprattutto per quanto riguarda la lucidità mentale. Poi è normale che la brillantezza non fosse quella dei giorni migliori. Abbiamo fatto fatica a trovare le nostre giocate solite, anche per via del loro atteggiamento che ci ha messo un po' in difficoltà per via del fatto che ci hanno aspettato molto bassi. Il dispiacere è non poterci giocare al massimo queste ultime fasi di stagione, ma la situazione è questa”. 

Le ultime battute sono sugli impegni che attendono il Cesena in questa ultima settimana di recuperi, con l'appuntamento di mercoledì che per Viali sarà importante in chiave classifica: “Contro il Ravenna sarà un recupero molto importante: si tratta di un'occasione per fare punti e avanzare in classifica. Speriamo di poter recuperare qualche giocatore e soprattutto tanta energia, visto che abbiamo un giorno di riposo in più. Collocolo per fortuna non ha nulla, quindi potrebbe essere tra i convocati e anche Di Gennaro sta lavorando molto bene: poi valuteremo quanto convenga rischiarlo. Dobbiamo tenere botta ancora una settimana e i ragazzi dovranno essere bravi a non mollare”.