"In carriera pochi insegnanti di calcio come Viali"

Nel corso della puntata di “Pianeta Bianconero” Davide Di Gennaro ha parlato dei suoi trascorsi in carriera tra compagni e allenatori. “Ho avuto la fortuna di vedere dal vivo tanti campioni - ha detto - ma impazzivo per Rui Costa. Altri due che mi hanno impressionato sono stati Ronaldinho e Ronaldo il Fenomeno di cui ricordo ancora il primo giorno al Milan: pesava cento chili eppure fece un allenamento che alla fine pensai: chissà cosa potrebbe fare se fosse in forma”. Un rammarico è invece aver avuto pochi allenatori insegnanti di calcio. Uno di questi è stato Marino che mi ha dato tanto a livello tecnico e tattico. Un altro è Viali che ha un’idea di gioco importante e potrà avere un grande avvenire: in serie C avere allenatori che propongono calcio come il mister è un valore aggiunto. Bisogna seguirlo in quello che propone perché si vedono i miglioramenti in tutti i componenti della rosa”.

E a proposito di compagni, Di Gennaro vede in tanti di loro le qualità per una carriera importante: “In questo gruppo ci sono giovani molto validi, penso ad esempio a Ciofi che ha grandi potenzialità, o a Bortolussi che ha movimenti da attaccante di categoria superiore. Uno che mi fa arrabbiare è invece Russini che con le sue qualità deve essere determinante e in più ha fortuna di avere un allenatore che lo stima: può fare il salto ma deve crederci lui per primo. Anche Zecca ha un motore importante ma faccio torto a non nominarne altri perché sono in tanti ad avere le qualità per fare un’ottima carriera”.