"Sotto la Curva Mare come se i nostri tifosi fossero lì"

Il minuto trentuno che a Fano l’aveva visto andare vicino al gol è lo stesso in cui Giacomo Zecca ha sbloccato la gara col Carpi. “Non sapevo di questa coincidenza - ammette l’attaccante davanti alle telecamere -. Nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni ma, a differenza della partita con la Virtus Verona, siamo stati bravi a cercare subito il secondo gol, l’abbiamo trovato e da lì la strada si è messa in discesa”. Proprio Zecca aveva firmato la rete dell’ultima vittoria interna, contro la Sambenedettese: “In casa quest’anno abbiamo vinto poco rispetto a quanto fatto in trasferta, anche per la mancanza del nostro pubblico: per questo, a fine gara, siamo voluti andare a festeggiare sotto la Curva Mare come se i tifosi fossero lì con noi”.

Zecca si prepara ora ad affrontare da ex il Padova: “La parentesi dello scorso anno è stata troppo breve per provare vere emozioni anche se fa piacere aver militato in un club così importante. Ma adesso il pensiero mio e quello dei miei compagni è di andare a giocarcela come abbiamo fatto oggi”.