"Il Carpi è squadra intensa e aggressiva"

La conferenza stampa di William Viali alla vigilia di Cesena-Carpi si apre dai dubbi di formazione dettati dallo stato di forma di chi è reduce dal Covid. “Rispetto a Fano - esordisce il tecnico - qualcuno ha senz’altro più minuti nelle gambe dopo una settimana di lavoro e mi ha dato input precisi in questo senso ma devo fare alcune valutazioni: non sono sicuro della condizione fisica di chi è rientrato e pertanto vado ancora per sensazioni”.

Tra quelli che troveranno maggiore spazio ci sarà Davide Di Gennaro: “Sappiamo di dovergli dare più minuti per farlo crescere ma è ancora in fase di rodaggio e devo tenere in considerazione questa cosa al di là della qualità che ha dimostrato già a Fano: per questo ho un dialogo quotidiano con lui”.

Il match col Carpi rimanda alla gara di andata quando i bianconeri fecero esperienza con il Covid a poche ore dal calcio d’inizio: “Anche per via di questo noi avemmo un impatto un po’ “dormiente” mentre gli avversari partirono fortissimo ma poi facemmo una discreta prestazione. Adesso veniamo da un percorso di crescita ma mi sembra che il Carpi stia di nuovo bene. Dopo il ritorno di Pochesci ho rivisto la sua squadra: ad Arezzo vinceva 3-1 fino a pochi minuti dal termine e ha fermato il Sudtirol. E’ una squadra aggressiva in fase di non possesso, intensa, brava a ribaltare l’azione e forte fisicamente dietro. Mi aspetto una gara tosta come all’andata e non facile da aprire”.

L’ultima considerazione è su Borello: “Non gli manca nulla se non la condizione tipo ma con pazienza e minutaggio lo porteremo al suo livello migliore”.