''Voglio un Cesena coraggioso''

Durante la conferenza stampa della vigilia all'Orogel Stadium Dino Manuzzi, William Viali ha analizzato l'avversario del Cesena, tra i più complicati del girone:"Il Südtirol è primo in classifica non a caso - ha dichiarato il tecnico - ma è una squadra costruita bene e molto strutturata. Hanno molte scelte e per me parliamo di uno dei club più forti del campionato, tra i principali candidati alla vittoria. Noi dovremo fare una partita molto intensa e con grande qualità: il Südtirol ha forza anche nelle ripartenze, quindi dovremo muovere velocemente la palla per esaltare le nostre carattersitiche. Mi aspetto un Cesena coraggioso, questo lo pretendo: non possiamo permetterci di aspettare e provare a fare i conti. Ma la squadra ha preso consapevolezza e una sfida come quella di domani arriva forse nel momento migliore: dopo la sosta c'è sempre un po' di rischio e il fatto di avere di fronte un avversario forte ci stimolerà a dare il massimo".

E se si è arrivati a giocare questa partita in una condizione di classifica simile, per Viali, è merito del lavoro svolto dal gruppo nel corso dei mesi scorsi: "Il nostro percorso di crescita ci ha portato a far diventare la partita col Südtirol importante e interessante per tutti: è diventato uno scontro diretto e dobbiamo dimostrare che non è un caso se siamo così vicini a loro. Merito ai ragazzi che hanno fatto un cammino di livello. E' una squadra al livello di Modena e Padova, anche se con caratteristiche differenti. Parliamo di una rosa molto pragmatica, in grado di punire al primo errore: sono allenati molto bene da un allenatore che conosco. E poi sfruttano al massimo le occasioni che hanno a disposizione, quindi dovremo concedere pochissimo".

Viali ha chiuso la conferenza ricordando parte della propria esperienza alla guida del Südtirol: "E' stata la mia prima volta lontano da casa e ne conservo un bellissimo ricordo, perché è anche grazie a quella tappa che sono ciò che sono. Parliamo di una società molto strutturata, nella quale io mi sono trovato molto bene: ho avuto una buona esperienza anche se sono arrivato alla fine di un ciclo. Anno dopo anno hanno investito sempre di più arrivando a questa stagione nella quale si stanno giocando il campionato: lo ripeto, conservo un ottimo ricordo del club e delle persone che ci lavorano".