Caturano: “Questo Cesena potrà sorprendere tutti”

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina Salvatore Caturano ha commentato la situazione attuale della squadra, rimarcando come all’interno de gruppo ci siano uomini di valore: “Lo spogliatoio è composto da giocatori esperti e da tanti giovani, tutti i ragazzi che sono totalmente calati in questa realtà, come dimostra il fatto che abbiano deciso di restare. Giocare per il Cesena vuol dire tanto e i veterani saranno importanti per trasmettere questa mentalità ai più giovani. Sono certo che questo potrà essere un grande anno, perché la squadra è fatta da uomini veri e anche se la rosa è ancora in costruzione dico che potremo sorprendere. Il mister ci ha già dato una mentalità vincente e nelle prossime settimane lavoreremo duro per ritrovare anche la condizione migliore dal punto di vista fisico”.

I presupposti per fare una buona stagione, quindi, ci sono tutti, così come non manca la voglia di tornare a riassaporare il campo dopo il lunghissimo digiuno: “Ci sono grande voglia e determinazione: stiamo aspettando con ansia il momento di tornare in campo visto che è da marzo che non facciamo una partita di campionato. Certo, con lo stadio chiuso non sarà la stessa cosa, perché i tifosi trasmettono grande adrenalina, soprattutto in una piazza come Cesena. Dovremo farci l’abitudine, ma la cosa più importante resta scendere in campo e dare il massimo per onorare la maglia, poi speriamo che gli stadi vengano riaperti al più presto”.

Chiosa finale sugli obiettivi stagionali e sulle difficoltà di un campionato che, come sempre, sarà ricco di insidie: ‘’La serie C è molto competitiva perché ci sono tante squadre di ottimo livello, noi però ci stiamo preparando al meglio per arrivare pronti al fischio d’inizio. Non ci poniamo né obiettivi né tantomeno limiti, ma pensiamo solo alle singole partite che dovremo affrontare. L'obiettivo ovviamente sarà quello di fare i tre punti ogni volta che scenderemo in campo, ma in questo momento non vogliamo sbilanciarci e fissare un traguardo. A marzo vedremo dove saremo in classifica e faremo tutte le valutazioni del caso”.