Viali: "La mentalità non deve cambiare"

E’ un’estate atipica, come la definisce lui, quella che sta vivendo William Viali. Domani toccherà al tecnico del Cesena sottoporsi alle visite mediche presso Villa Orchidee, poi potrà dedicarsi a preparare nei dettagli l’inizio degli allenamenti, previsto per i primi giorni di agosto. “In questo momento – ha dichiarato a Teleromagna – ci stiamo strutturando per al meglio rispettare le prescrizioni di un protocollo piuttosto complesso. Partiremo con un lavoro di riadattamento perché i ragazzi vengono in pratica da cinque mesi di stop, poi aumenteremo i carichi di lavoro. Il campionato inizierà il 24 settembre, pertanto ci sarà tutto il tempo per gestire al meglio le varie situazioni”.

Le prime settimane di lavoro serviranno a testare alcuni ragazzi della Berretti che faranno parte della rosa iniziale: “Qualche elemento si era aggregato durante gli allenamenti a febbraio, altri si aggiungeranno: sarà l’occasione per “pesarli” e capire se possono far parte del gruppo. Ho studiato anche i calciatori, come Campagna e Zammarchi, che hanno continuato a fare esperienza in serie D in piazze importanti: nel periodo iniziale valuteremo anche loro”.

In mezzo a tanti dubbi certezza c’è: “La mentalità non deve cambiare: vogliamo costruire una squadra che comandi le partite e scenda sempre in campo per vincerle”. In chiusura, un auspicio: “Non ho mai giocato in uno stadio vuoto e spero di non dover provare quell’esperienza: quando torneremo all’Orogel Stadium, vorrei ritrovare quello ammirato nelle due partite con Padova e Vicenza”.