Chi sarà il mediano del Cesena All Time?

E’ partito oggi sulla nostra pagina Facebook il nuovo sondaggio del Cesena All Time. In nomination (scelti da una giuria di giornalisti) ci sono Massimo Bonini, Adriano Piraccini, Manolo Pestrin e Marco Parolo per il ruolo di mediano che andrà a completare con Beppe De Feudis la cerniera di centrocampo del Cesena di tutti i tempi. I due più votati si sfideranno nel ballottaggio di venerdì sul canale Instagram.

Nella formazione che al termine della stagione 1980/81 conquista per la seconda volta la serie A Massimo Bonini mise insieme altre 34 presenze dopo le 26 della stagione precedente in cui già il Cesena aveva sfiorato la promozione nella massima serie. Nato a San Marino il 13 ottobre 1959, Bonini inizia in Romagna - tra Bellaria e Forlì - la sua carriera prima di approdare al Cesena: gli sono sufficienti quei due campionati (per un totale di 60 presenze e 5 reti) per attirare le attenzioni della Juventus dove vince tutto. Torna al Cesena nel 1998 e vi resta fino al 2002 ricoprendo gli incarichi di coordinatore tecnico del settore giovanile e di allenatore delle squadre Allievi e Primavera.

Con 377 gare di campionato e altre 50 in Coppa Italia - condite da diciassette reti totali - Adriano Piraccini è il secondo nella classifica di tutti i tempi: davanti a lui c’è solo Giampiero Ceccarelli. Nato a Cesena il 5 marzo 1959, poco meno di vent’anni dopo (era il 18 febbraio 1979) Piraccini fa l’esordio nella squadra della sua città dove gioca per sei stagioni, dal 1978 al 1984. Dopo le esperienze al Bari e all’Inter, nel 1988 torna in bianconero e vi resta per altri otto campionati, fino a chiudere la carriera da calciatore nel 1996. Iniziata due anni dopo quella da tecnico, nel Cesena ha ricoperto il ruolo di viceallenatore nel 2001/02 e nel 2012. Per due stagioni, dal 2003 a 2005, ha guidato la formazione Primavera.

A Cesena Manolo Pestrin arriva nel 2003 all’età di ventiquattro anni ed è subito tra i protagonisti nella stagione che culmina con la finale play off a Lumezzane e il ritorno in serie B. Tra i cadetti disputa due campionati da titolare prima di trasferirsi al Messina a metà della stagione 2006/07. In bianconero chiude con 122 presenze e sei reti.

Marco Parolo arriva in bianconero, in prestito dal Chievo, nell’estate del 2009: a volerlo è il tecnico Pierpaolo Bisoli che lo aveva avuto con sé al Foligno. In quella stagione fa del Piacenza la sua vittima preferita, segnando una doppietta all’andata e una rete, ma assai più pesante, nella gara di ritorno giocata il 30 maggio 2010: è quel gol a sancire infatti il ritorno in A del Cavalluccio a distanza di diciannove anni. Non sarà l’unica rete non banale messa a segno dal centrocampista ora alla Lazio: i tifosi bianconeri ricordano senz’altro anche quella realizzata nel secondo campionato di serie A che il 20 novembre 2011 valse il successo nel derby sul campo del Bologna. In totale i suoi gol in maglia Cesena saranno undici in 108 presenze.