Antonioli: "E pensare che avevo deciso di smettere"

Francesco Antonioli è stato votato come il miglior portiere nella storia del Cesena. E pensare che l’avventura in bianconero non doveva nemmeno iniziare. “Quell’anno (era il 2009, nda) - ricorda l’attuale preparatore dei portieri - avevo deciso di smettere quando incontrai Bisoli che mi chiese: perché non vieni da noi? E da lì è nato tutto”.

In realtà Francesco, in riva al Savio, era passato agli inizi degli anni Novanta (ma senza mai scendere in campo) e, quando vi ritorna, le oltre cento presenze nel frattempo messe insieme nel Bologna pesano: “Un po’ di malumore da parte di tifosi c’era, devo ammetterlo, ma col tempo videro che ero una persona seria che era lì per fare il bene del Cesena”. E che bene… Promozione in serie A e salvezza l’anno dopo: “Furono due stagioni intense ma la partita che è rimasta negli occhi di tutti è quella col Mantova in cui parai due rigori: in tanti me la ricordano ancora”. E in tanti, tantissimi, sono quelli che, a distanza di anni, lo hanno votato portiere del Cesena di tutti i tempi: “Fa sempre piacere ricevere riconoscimenti di questo tipo: significa che sei apprezzato per quello che hai fatto”.