Rosaia: "A Cesena per il salto di qualità"

 “A Carrara sono diventato capitano ma dopo tre anni era giunto il momento di cambiare e fare il salto di qualità. Quando ho saputo dell'interesse del Cesena ho pensato che fosse una grande opportunità da cogliere al volo. Sono felice di approdare in un club storico come questo”. Giacomo Rosaia racconta la carica con cui ha iniziato l’avventura in bianconero: “Ci aspetta un campionato tosto in cui il gruppo verrà prima dei singoli. La cosa importante sarà costruire una famiglia, un gruppo che lavori compatto per un unico obiettivo: se ci riusciamo, potremo toglierci belle soddisfazioni”.

Il centrocampista si presenta così: “La mia prima dote è l’aggressività: recuperare palloni e abbinare qualità magari con qualche gol da fuori area o con l’inserimento da dietro, come ho fatto alla Carrarese. Oggi in mezzo al campo c’è bisogno di gente dinamica, pronta a sacrificarsi. E poi, con qualche anno di serie C alle spalle, un po’ di esperienza posso trasferirla. Luca Ricci? Per me lui è come un fratello e la sua carica ha influito nella mia decisione di venire qui”. L’ultimo pensiero è su mister Modesto: “E’ uno che ti trasmette la voglia di non risparmiarsi mai: credo che potrà dare tanto alla squadra e al club”.