Serie D

Biondini: "A Vasto per dare un segnale forte"

Per uno che di battaglia ne ha giocate tantissime in carriera, cosa volete che sia un pareggio in casa che ha impedito di fare un passo decisivo verso la vittoria del campionato. L’invito a restare positivi arriva allora da Davide Biondini: “Per me non c’è niente di nuovo: sapevo che avremmo sofferto fino alla fine. A  inizio stagione avrei messo non una ma due firme per trovarmi davanti di due punti a quattro giornate dalla fine. Certo, col senno di poi è un’occasione persa per allungare e, se vogliamo piangerci addosso, siamo liberi di farlo: per come la vedo io, invece, siamo sempre primi, con lo stesso vantaggio e una gara in meno da giocare. Le critiche ci sono sempre state e ci saranno ma l’importante è continuare con questa mentalità”. Spazio poi all’analisi della gara: “C’è stata solo una squadra che ha provato a vincere e un’altra che, senza fare nulla per pareggiare, ha portato via un punto. C’è stato un errore da parte nostra ma ripartiamo dalla prestazione: si è visto un Cesena giocare ad un’intensità altissima, creare molto e subire nulla. La squadra ha anche dimostrato di sopperire alle assenze e questo è positivo”.

Il centrocampista spiega così la sua sostituzione: “L’ho chiesta io: avevo i crampi e non volevo rischiare. In partita mi sono sentito bene, nonostante i limiti fisici che mi porto dall’inizio della stagione e che mi avevano indotto a smettere”. Biondini guarda già avanti: “Siamo chiamati a fare qualcosa di difficile ma mi è piaciuto come la squadra ha gestito questa situazione. Adesso ci aspetta una gara importante per lanciare un segnale forte al campionato”.