Serie D

Angelini: "I tifosi ci sono stati vicini"

L’inizio shock della sua squadra non ha colto di sorpresa mister Angelini: “Sapevo che poteva accadere perché sono uno che mette in preventivo tutto - esordisce in conferenza stampa il tecnico bianconero. Oggi forse per la prima volta la squadra ha avvertito il peso di dover vincere per forza e questo ci ha portato a fare un po’ di confusione e a fare errori cose che di solito non commettiamo, ma la reazione è stata da ragazzi con gli attributi perché non era facile rimettere in piedi questa partita. Complimenti ai ragazzi e ora recuperiamo un po’ di energie”. Angelini accoglie infatti volentieri la sosta: “Ci voleva per ricaricare le pile. I ragazzi hanno bisogno di riposare, tornare a casa e stare qualche giorno con la famiglia”.

Il discorso scivola poi sulla prestazione monstre di Danilo Alessandro: “Lui ha un trascorso diverso dagli altri, è abituato a queste situazioni ed è in grado di fare la differenza. Se lo merita perchè è un professionista, sta bene fisicamente e mentalmente. Oggi è toccato a lui, le prossime volte saranno decisivi altri giocatori”. Ad esempio Ricciardo: “Può capitare una giornata di difficoltà e non si può pretendere che Gianni sia sempre al 100%. Tra l’altro, approfittando della giornata di squalifica, con lui la scorsa settimana abbiamo fatto un lavoro specifico a livello atletico per averlo al top nel finale di stagione”. In coda un apprezzamento verso il pubblico: “Abbiamo il peso di dover dare una soddisfazione enorme a tutta questa gente e alla città, ed è normale sentire la pressione man mano che passano le partite. Ma i nostri tifosi sono stati straordinari dopo il gol: hanno aiutato i ragazzi e ci sono stati vicini”.