Serie D

Angelini: "Non è una partita di serie D"

“Non sarà una partita di serie D, ma di categoria superiore”. Ecco il manifesto scelto da mister Angelini nella conferenza stampa alla vigilia dello scontro diretto con il Matelica. “Gli stimoli ci sono sempre ma domani incontriamo la seconda in classifica e questa partita conta di più. Vincere ci permetterebbe di mettere ancora più distanza tra noi e chi ci insegue ma sappiamo anche che il girone di ritorno è appena iniziato. I miei ragazzi sanno che se la giocano come sempre e non vedono l‘ora di scendere in campo”. Anche perché c’è anche la sconfitta dell’andata da riscattare: “Abbiamo un po’ il dente avvelenato ma non scenderemo in campo con questo pensiero, anche perché in quella partita furono maggiori i nostri demeriti”.

Il tecnico bianconero deve sciogliere ancora alcuni dubbi sulla formazione: “Quelli ci sono sempre, legati al tipo di partita e all’avversario. Può darsi che riposi Campagna, che finora ha fatto benissimo ma ha bisogno di rifiatare. E poi devo portare in  condizione altri under, come Munari, Mantovani e Zammarchi”. Una parola in più  Angelini la spende proprio sul ritorno di quest’ultimo: “Non è ancora pronto, essendo stato fermo per tanto tempo ma l’importante è che la schiena non gli faccia più male. Tra un po’ potrà essere una risorsa importate per noi”.