Serie D

Ricciardo: "Gol dedicati ai miei genitori"

Gianni Ricciardo ha tre motivi per sorridere. "Ho fatto due gol, abbiamo vinto e non mi sono fatto male" - sono le sue prime parole nel dopo partita di Cesena-Vastese 4-1. "Ho sofferto tanto nel vedere da fuori i miei compagni: abbiamo passato un momento particolare ma loro hanno sempre dato il massimo e li voglio ringraziare pubblicamente. Ora che siamo di nuovo al completo possiamo dire la nostra in questo campionato".

Il bomber racconta così le due reti: "Sulla prima ero sicuro che Benassi avrebbe preso lo specchio della porta e mi sono fatto trovare pronto sulla respinta del portiere. Sul secondo gol, la palla di Danilo (Alessandro, ndr) doveva solo essere spinta. Ho due dediche da fare: per mio padre e mia madre, le persone più importanti per me. Nei giorni scorsi hanno compiuto gli anni ma io ero fuori e non potevo dedicare nessun gol: lo faccio ora". In totale i centri sono dieci: "Onestamente non mi aspettavo di fare così bene ma allo stesso tempo conosco le mie capacità e so che posso fare ancora meglio. E quando i miei compagni sono in giornata come stasera, segnare diventa più facile". 

Non c'è molto tempo però per godersi questo successo: "Mercoledì avremo un'altra gara difficile, come lo era d'altronde questa. Ci godiamo fino a domani la vittoria, poi testa al San Nicolò e più in generale allo sprint che ci attende prima di Natale".