Serie D

Viscomi: "Non ho dormito per tre notti"

“Essere qui è un sogno”. Francesco Viscomi si presenta partendo dall’emozione provata quando è arrivata la chiamata dal Cesena. “Non nascondo che non ho chiuso occhio per tre notti. Ho pensato che fosse un treno da prendere al volo, un’occasione in prospettiva futura, anche se voglio pensare giorno per giorno”.

Il difensore classe 91 arriva in una della difese meno perforate dell’intera serie D. “E’ una responsabilità in più ma fa parte del nostro lavoro. Mi sono trovato subito bene con tutti e voglio dare il contributo per continuare a difendere la porta a spada tratta. Le mie caratteristiche? Mi piace far partire l’azione dalla difesa, come ci chiede il mister, anche se a volte occorre cercare altre soluzioni come domenica scorsa quando ho fatto più ricorso al lancio”.

Viscomi aveva già incrociato il Cesena da…spettatore. “Qualche settimana fa sono venuto a Cesena per curare un piccolo infortunio e in quell’occasione ho conosciuto Zammarchi e Ricciardo. Il mercoledì c’era a gara con la Savignanese e sono venuto a vederla: mi ha colpito vedere tante famiglie allo stadio”.