Serie D

Angelini e il derby perso in estate: "Ora siamo un'altra squadra"

“E’ il solito ritornello: ci aspetta un’altra gara complicata. Perché la Savignanese ha diciotto punti, è la rivelazione dl campionato, ha un bravissimo allenatore ma anche quattro giocatori che hanno vinto questo campionato. E poi gioca senza pressione e non ha nulla da perdere. Ma, come sempre, dipenderà molto da noi”. Nella conferenza prepartita mister Angelini ha inquadrato così la sfida di domani sera all’Orogel Stadium Dino Manuzzi. Che, in casa bianconera, è una sorta di rivincita della gara di Coppa Italia giocata ad agosto: “Di sicuro non ci faremo trovare impreparati, come accadde allora. No, non sottovalutammo l’avversario ma eravamo ancora in allestimento. Ora siamo una squadra diversa, che si rende conto delle difficoltà. Da un certo punto di vista è stato un bene perdere quella partita, se la guardo da allenatore. Ero però preoccupato per l’ambiente, perché poteva rappresentare un contraccolpo: invece tutti, società e tifosi, hanno reagito bene. Da allora partite non ne abbiamo sbagliate a livello di atteggiamento”.

Il derby è a metà di altre due gare di campionato: turnover in vista? “Qualche dubbio ce l’ho: domenica giochiamo ancora e alcuni giocatori, come Capellini e Casadei, vengono dalla prima gara da titolari. Per fare turnover, però, dovrei avere alternative tra gli under e, al momento non le abbiamo”.