Serie D

Cesena-Recanatese 0-1: primo ko interno per i bianconeri

La prima rete al passivo tra le mura amiche è fatale al Cesena che perde così l'imbattibilità interna. Il secondo stop in campionato è solo un filo meno doloroso perchè cade anche la capolista Matelica, lasciando così immutato (meno due) il ritardo dei bianconeri. Che la Recanatese sia avversario scomodo lo dicono due numeri - sette giornate senza sconfitte e seconda meglior difesa del torneo - ma le difficoltà fatalmente aumentano quando la squadra di Angelini, già in una giornata in cui non brilla per lucidità, deve fare a meno del suo capocannoniere Ricciardo che prende una botta sul finale del primo tempo, stringe i denti ma poco prima dell'intervallo alza bandiera bianca. Anche la Recanatese perde il suo uomo di punta, Pera, ma è proprio il suo sostituto, Palmieri, a siglare al 63' la rete vittoria con un destro sotto la traversa sul quale il pur eccellente Agliardi non può nulla. De Feudis e compagni ci provano in tutti i modi e proprio il capitano trova il guizzo giusto allo scadere ma l'arbitro annulla per un presunto fallo da ascrivere alla voce "di confusione". Non era giornata.