"Se il miracolo non riesce quest'anno..."

Nel corso della sua partecipazione di ieri sera a Pianeta Bianconero Davide Di Gennaro è tornato indietro ai giorni di gennaio in cui arrivò la chiamata del Cesena, svelando qualche particolare non emerso alla sua presentazione. “Non so quanti colleghi alla mia età con un contratto di due anni in serie A sarebbero scesi di due categorie. Dovevo fare una scelta importante perché mi sentivo un giocatore che può dare ancora tanto e, quando sono arrivate le proposte, ho voluto quella qualcosa che potesse esaltare le mie qualità. Mi ha cercato anche qualche squadra del nostro girone più in alto in classifica rispetto al Cesena ma al mio procuratore ho detto che non mi interessavano le questioni economiche quanto invece una piazza dove far vedere il mio calcio. Per questo, quando è arrivata la chiamata del Cesena, è stato normale documentarmi sul mister, sul gruppo, sul modo di giocare. E, una volta raccolte le informazioni, non ho mai avuto dubbi sulla possibilità di inserirmi perché, quando fai una scelta con convinzione, è difficile che le cose vadano male”.

Con il Cavalluccio Davide ha un accordo fino a fine giugno: “Sono uno che segue le emozioni e il fatto che il Cesena mi abbia voluto, in un momento in cui altre squadre non hanno puntato su di me, è una cosa di cui terrò conto. Io sono uno ambizioso e negli ultimi anni di carriera, oltre a divertirmi, voglio vincere: se le mie ambizioni saranno le stesse del club, a parità di offerte non avrò dubbi a restare qui perché mi trovo molto bene”. E magari godersi così un campionato con il pubblico: “E’ un peccato non aver avuto i tifosi al nostro fianco e, se il miracolo non ci riesce quest’anno, sarebbe bello essere qui con loro vicini a lottare per essere protagonisti, che è il minimo a cui debba ambire in serie C un club come il Cesena”.