Giovanili

Le nostre affilate: l'Asd Pianta

Dopo una trafila nel settore giovanile, nella stagione 2006/07 Nicola Ravaglia esordiva nel Cesena e due anni più tardi conquistava la promozione in serie A, dove avrebbe debuttato il 10 settembre 2011. L’ex portiere bianconero è idealmente il punto di riferimento per i quasi quattrocento giovani tesserati dell’Asd Pianta che sognano di ricalcarne le orme e un giorno, chissà, indossare la maglia col Cavalluccio. Già, perché Ravaglia i primi palloni iniziò a pararli nella società che prende il nome dall’omonimo quartiere di Forlì, venne fondata nel 1960 dall’allora parroco Don Guido Sansavini e oggi è tra le affiliate al Cesena. Di tempo ne è passato da quando i primi allenamenti si svolgevano nel piazzale della chiesa, visto che nel 2007 è sorto un nuovo centro sportivo intitolato proprio al fondatore della società, ma i principi dell’oratorio continuano ad essere fonte d’ispirazione anche per la pratica sportiva.

“E’ nel nostro dna far crescere i ragazzi innanzitutto dal punto di vista comportamentale e poi da quello tecnico” - spiega il direttore sportivo della prima squadra e del settore giovanile Franco Farneti. “Il rispetto delle regole e del prossimo, che predichiamo nella nostra parrocchia, è la prima cosa che insegniamo anche sui campi da gioco”.

La collaborazione con il Cesena prende corpo nell’ottobre del 2019 dopo un incontro con il direttore generale bianconero, Daniele Martini, e il responsabile del settore giovanile, Davor Jozic: “Fino all’interruzione dell’attività era stato svolto un lavoro eccellente specie sulle categorie dei 2008 e 2009 che avevano potuto confrontarsi con i pari età del Cesena. Il rapporto con il club è sempre stato corretto e cristallino e, per noi, questo conta più di ogni altro aspetto”.