Serie D

Angelini: "Gli impegni ravvicinati? Cambia poco"

“E’ una squadra che ha cambiato tanto ma ha giocatori che hanno militato in categorie superiori. In questo momento paga la situazione di classifica e vince poco, ma perde anche poco”. Mister Angelini mette in guardia sull’Agnonese avversario domani, secondo di tre gare in otto giorni. “Avere impegni ravvicinati non cambia tanto nella preparazione se non il fatto che ci alleniamo giocando. Il problema semmai è per chi gioca meno, che è costretto a lavorare con minore intensità. Cambiamenti in formazione? Non c’è molto da cambiare: darò un turno di riposo a Noce perché è una partita in cui mi serve avere una spinta anche sulla destra”. Tenere alta la concentrazione e coinvolgere tutti i componenti della rosa: ecco due temi che cui il tecnico bianconero dovrà fare i conti nei prossimi mesi. “Quando hai un vantaggio in classifica come il nostro tenere alta la concentrazione a volte può essere complicato ma i ragazzi fin qui hanno gestito bene la situazione. D’altro canto non bisogna nemmeno cadere nell’errore di creare troppa tensione: da questo punto di vista sono uno che lascia tranquilli i ragazzi durante la settimana. Per quanto riguarda le scelte di formazione, penso che per far sentire importante un giocatore devi farlo giocare ma in questo momento per me sono tutti importanti e vorrei dare maggiore spazio a chi gioca meno. Ad esempio chi è arrivato nel mese di dicembre avrebbe bisogno di integrarsi meglio nel nostro gioco, quindi di giocare e avere anche la possibilità di sbagliare. Ma con un obiettivo così importante davanti non abbiamo questo tempo. Restano altre sedici partite che non sono poche e in questo momento non posso fare altro che pensare a quella più vicina. Fra un mese, quando la classifica si sarà delineata e vedremo quali squadre avranno ancora qualcosa da dire in campionato, potremo fare altre valutazioni”.